Stampa

L'importanza della Pianificazione Aziendale

Pubblicato il da

L'importanza della Pianificazione Aziendale

L'importanza della Pianificazione Aziendale

In un momento come quello che stiamo vivendo, dove tutto è legato all'essenziale, una delle attività come quella della Pianificazione Economico-Finanziaria (Budgeting e Business Planning) può sembrare superflua e quasi essere vista come un qualcosa da poter mettere da parte o magari attenzionare in seguito.

Soprattutto nel panorama delle PMI, questa è una pratica che può apparire come complessa e fuorviante degli impegni che un'azienda quotidianamente deve affrontare.

Facilmente si trascura il fatto che la Pianificazione, proprio in questo momento, è essenziale per la sopravvivenza dell'Azienda stessa. Soprattutto se viene concepita come quella attività che da la possibilità di mostrare le tendenze in atto, e far emergere eventuali inefficienze nella gestione aziendale, sia dal punto di vista meramente operativo-gestionale (approvvigionamenti-produzione-vendita, o anche semplicemente acquisti-vendita nel caso di compravendita merci), sia dal punto di vista dell'equilibrio economico-finanziario-patrimoniale (se ad esempio ai margini positivi dal punto di vista economico corrispondono altrettanti dati positivi dal punto di vista finanziario, e se vi sia un equilibrio negli indicatori di prestazione finanziaria, o ancora se ci possano essere le avvisaglie di una crisi finanziaria e/o economica o di insolvenza).

Inoltre, strumenti che oltre a creare Budget e previsioni economico-finanziarie annuali e pluriennali, riescono anche a simulare scenari futuri in funzione sia delle scelte intraprese dal soggetto o dai soggetti decisori aziendali (variabili endogene), sia dei parametri subiti dal mercato (variabili esogene), possono essere utili per riuscire ad analizzare le dinamiche che stanno dietro ai risultati economici e finanziari, e quindi consentono non solo di valutare e quantificare (grazie ad indicatori e cruscotti di controllo) il grado di efficacia ed efficienza della gestione aziendale, ma anche di presentarsi come uno strumento di apprendimento per gli stessi decisori.

Infine, ma non per ultimo, strumenti di questo genere, possono essere utilizzati anche da Consulenti e Professionisti, per redigere Piani economico-finanziari e/o per la redazione di Business Plan. Infatti, proprio la parte contabile di quest’ultimo documento nient’altro non è che un Piano Economico-Finanziario legato ad uno specifico progetto d’investimento o di sviluppo aziendale, o ancora alla nascita di un impresa o di una startup, ecc.

Quest’ultimo documento, che risulta per legge obbligatorio in tema di appalti pubblici, non lo è invece ancora per le imprese private, ma è fortemente consigliato dalla normativa vigente, come strumento di revisione e valutazione aziendale.

Attività e documenti di questo genere sono molto utilizzate da Consulenti che si occupano di Project financing, ma anche da Analisti e Revisori contabili. Ed è proprio questo che fa capire l’interrelazione che vi è tra la pianificazione aziendale in senso stretto di cui abbiamo parlato inizialmente, e la produzione di documenti di programmazione e valutazione di questo genere, che sono contemplati sempre più spesso dalla normativa vigente come strumenti di prevenzione (vedi nuovo codice della crisi d’impresa e dell’insolvenza), e altre volte risultano necessari, perché richiesti da istituti di credito o da enti che si occupano di espletare richieste di fondi di finanziamento agevolato.

Inoltre, a nostro parere, la produzione questo tipo di documenti, non può essere totalmente delegata ad una valutazione effettuata da strumenti di intelligenza artificiale, poiché la casistica aziendale impone una valutazione non solo oggettiva (molteplicità delle variabili in gioco), che può essere effettuata da tali strumenti, ma soprattutto una valutazione soggettiva, che è frutto di conoscenze, competenze, esperienze e analisi critica costruttiva, che solo un Professionista può ricavare. Strumenti informatici e/o algoritmici possono però sicuramente aiutare e supportare il consulente e/o il decisore aziendale durante un’analisi basata su dati e risultati che sono una sintesi informativa importante delle variabili in gioco e dei processi in atto.

In questo scenario si propone proprio DynControl Plus come strumento sia di pianificazione e controllo economico-finanziario, che di simulazione dinamica previsionale. Il tutto al passo con l’esigenza sia di un accesso flessibile in remoto (senza installazioni o manutenzioni varie), sia di sicurezza, dato il suo utilizzo in cloud mediante l’innovativa tecnologia SaaS, che sta sempre più prendendo campo rispetto alle precedenti tecnologie, dal punto di vista degli standard di sicurezza in rete e della semplicità e flessibilità nell’accessibilità e nell’utilizzo di più soggetti.

 


Soltanto i clienti registrati possono pubblicare commenti.
Accedi e pubblica commento Registrati ora